sabato 31 luglio 2010

Il bilancio 2009 del Sindacato Miliardari

Guido Scorza analizza qui il bilancio 2009 e la relazione del Presidente della Siae, Società Italiana Autori ed Editori, il Sindacato Miliardari che tutela prima di tutto e principalmente i grandi editori e i grandi autori del sistema televisivo-multimediale italiano.

giovedì 29 luglio 2010

La rivoluzione è un processo, non è più un'idea

Con centinaia di milioni di persone in grado ormai di fare produzione video e di produrre contenuti di ogni genere, è ormai quasi impossibile essere originali. Qualunque cosa, probabilmente, è già stata scritta, rappresentata o filmata anche da altri. Quindi la comunicazione, come sa da tempo chi si occupa di Internet, diventa la capacità di sostenere la conversazione, non l'idea che spacca. Molti pubblicitari pensano invece ancora in termini di trovare l'idea che spacca e fa la rivoluzione. La rivoluzione è un processo, non è più un'idea.

mercoledì 28 luglio 2010

Lezioni di giornalismo (16) - Confondere i dati, arruffare le metafore

Titolo malandrino e metafore arruffate in questo articolo di Repubblica dove vengono riportati i risultati di un sondaggio che riguarda Nichi Vendola e Pier Luigi Bersani (che, com'è caratteristico della superficialità giornalistica italiana, non viene mai nominato per nome e cognome ma solo per cognome, e non viene mai qualificato come Segretario del Partito Democratico ma più genericamente come leader democratico). A un certo punto il giornalista scrive "Ribaltando l'esito della domanda sulla fiducia, gli elettori di centrosinistra puntano sia sulle primarie che nella sfida con Berlusconi sul governatore. Che supera Bersani di due lunghezze (51% a 49%) in caso di primarie".
Per enfatizzare l'esito della domanda, prima questo viene ribaltato, poi il "vincitore" supera l'avversario di una misura clamorosa: "due lunghezze". Due lunghezze de che? L'espressione viene dalle corse dei cavalli, in cui, quando il cavallo vincitore supera il secondo per l'intera lunghezza del corpo, si dice "una lunghezza". Due lunghezze, nelle corse ippiche sono una dimostrazione di netta superiorità del vincitore.
Ma qui si parla di due punti percentuali di differenza! In un sondaggio, un risultato di 49 a 51 significa sostanziale parità, e in quel caso la differenza di due punti percentuali rientra nel possibile errore statistico, per cui in caso di voto vero, il responso delle urne potrebbe essere qualsiasi risultato fra il 48 e il 52% per l'uno o per l'altro. Infatti è noto che, nei sondaggi, le forze minori vengono sempre sottorappresentate: perché non è possibile avere risultati attendibili a livello di punto percentuale, a meno di non interrogare campioni estremamente ampi.
Ultima osservazione: in un sondaggio in cui Bersani esce quasi sempre meglio (fiducia, elettori, ecc), il titolista cerca la notizia col lanternino: "Centrosinistra, Vendola batte Bersani ma è alta la fiducia nel segretario". Insomma, nessuna notizia, un sondaggio che non rivela nulla di nuovo. E al lettore vengono fornite, invece di interpretazioni, manipolazioni.

martedì 6 luglio 2010

Email marketing: la situazione italiana

La situazione dell'e-mail marketing in Italia secondo Roberto Ghislandi, uno dei maggiori esperti italiani sul tema. Per l'inquadramento della situazione italiana, la lettura è utile a tutti coloro che si occupano di marketing online, ma anche a chi si occupa genericamente di comunicazione, come giornalisti, addetti di uffici stampa e responsabili di pubbliche relazioni. L'invio di comunicati stampa e periodici digitali cos'è se non una forma di email marketing?

lunedì 5 luglio 2010

Lezioni di giornalismo (15) - Professionisti e dilettanti

Guido Scorza analizza qui un caso in cui un'agenzia di stampa e grandi testate nazionali prendono una cantonata, mentre un gruppo di blogger rettificano l'errore*.
Ovviamente tutti possono sbagliare, tanto i quotidiani nazionali quanto i blogger. La differenza è che i secondi sono spesso più abituati a correggere e rettificare. I primi invece spesso fingono di essere infallibili.

* (Nota: gruppo è un nome collettivo: può concordare sia col verbo al singolare, sia con il verbo al plurale; se "suona male" in un modo oppure nell'altro è questione di gusto o di stile personale, ma non è un errore).

sabato 3 luglio 2010